Collana Etnica Turchese – Zuni Nativi Americani

ethnic jewelry

Showing 1–60 of 159 results

  • Collana Etnica Turchese – Zuni Nativi Americani

    140,00 
    ANAC117

    Collana Zuni ad un filo.
    E’ realizzato con raffinati dischetti di conchiglia naturale e turchesi a cilindro, feticci animaletti in turchese stabilizzato: si riconoscono il colibrì, la tartaruga, l’orso, l’aquila Thunderbird, la iena, il pesce, le volpi, la lepre.

    La chiusura a coni è in argento.

  • Gioielli Etnici – Collana Zuni

    85,00 
    ANAC115

    Collana Zuni con animaletti feticcio in varie pietre colorate, completata da aquila Thunderbird centrale.
    Il filo è realizzato con finissime conchiglie naturali tagliate a dischetto come da loro tipica tradizione, la chiusura è in argento.

    Nella tradizione delle tribù native – Zuni, Pueblo o Navajo – i feticci sono considerati come il tramite tra gli uomini e le forze soprannaturali. La credenza vuole che negli animali vivano gli Spiriti, a ognuno dei quali vengono attribuite delle peculiarità: i più comuni sono la Volpe e l’Orso, per la loro abilità nel pescare e nel cacciare, ma qualsiasi animale possiede le proprie caratteristiche.

  • Anelli Etnici

    110,00 
    AYR907

    Anello in Argento inciso e intagliato a motivi di fantasia ma tipici della tradizione locale, con graffe che fermano il pregevole Corallo a taglio cabochon.
    Corallo  1,2 x 1 x 0,6 cm alto.

  • Gioielli Etnici – Bracciale Zuni

    320,00 
    ANAB133

    VENDUTO – SOLD OUT – VENDIDA

    Bracciale rigido ma leggermente adattabile al polso.
    La struttura è in Argento con tanti Turchesi naturali tagliati a lacrima – Zuni teardrop.
    Sono incastonati a formare il tipico disegno a fiore – 3 x 2 cm – e due richiami di più piccole dimensioni ai lati.

    Sul retro la sigla/firma dell’argentiere.

  • Gioielli Etnici

    450,00 
    AYB421

    Vecchio Bracciale in argento massiccio, tipico dell’artigianato dell’Afghanistan.

    Solitamente indossati in coppia (ne sono disponibili due, anche se venduti singolarmente), potevano però essere di numero maggiore ad indicare lo stato sociale del proprietario. I motivi decorativi possono variare a seconda dei gusti della zona di provenienza ed anche le tecniche di lavorazione possono essere le più svariate: dalla fusione alla niellatura, all’uso di punzoni e ceselli per abbellire questi gioielli.

    Alle estremità, è impreziosito da leggere decorazioni in pasta vitrea.

  • Gioielli Etnici – simbolo ohm

    95,00 
    AYP743

    Pendente ciondolo in argento decorato e inciso.
    Di forma cilindrica, vi è raffigurato il simbolo Ohm o Om , sillaba mantrica tibetana, si pronuncia nel momento in cui l’Assoluto diventa parte dell’anima umana.

    Il fondo, ruotando si apre, poichè l’interno è vuoto.
    Altri prodotti con simbolo ohm

  • Gioielli Etnici

    160,00 
    AYR893

    Anello di artigianato locale, tipico dei gruppi Tekke, Ersari e Yomud.
    E’ in argento massiccio con cornalina incastonata nel centro, tradizionalmente pietra protettiva.
    Elegante il lavoro ad intaglio che circonda la corniola, ripreso anche sul gambo.

    Misura anello 5 x 2,8 cm x 0,5 altezza castone

  • Gioielli Etnici – Anello con sigillo

    140,00 
    AYR888

    Anello apotropaico afghano in argento decorato che presenta dei riporti dorati a caldo ‘vermeil’ ai lati del gambo.
    La pietra sigillo è un calcedonoio e vi è incisa una antilope o gazzella.
    Dimensione del castone e pietra 2,1 cm diametro per altezza 0,8

  • Gioielli Etnici Tibetani

    105,00 
    AYP735

    Gao o Ga’u, scatola sacra, apribile sul retro, utilizzata dai Buddisti anche per conservare formule mistiche o magiche, i mantra, le preghiere.
    Rivestito di tessere di turchese e corallo, un tempo era anche utilizzato come gioiello dalle nobili tibetane e nepalesi.

  • Gioielli Etnici – Agata Dzi

    220,00 
    AYP733

    Pietra ‘Dzi’.
    Queste Agate-solitamente brune o nere con incisioni bianche o avorio – venivano utilizzate come amuleti protettivi che apportavano benefici spirituali diversi, a seconda delle incisioni riportate. La parola ‘Dzi’ viene tradotta con ‘pietra del paradiso‘, poichè si crede doni serenità, chiarezza spirituale e mentale, splendore. Portate in Tibet dai soldati di ritorno dalla Persia, le Dzi avevano il compito di tenere lontano l’occhio del male, contrastandolo con gli occhi incisi sull’Agata. Si crede attraggano divinità protettive.

    Molto originale questa, sfumata e con una riga bianca che l’avvolge.
    Per saperne di più sugli Dzi

  • Gioielli Etnici – Orecchini Argento

    60,00 
    AYE655

    Graziosi Orecchini in argento.
    La tradizionale forma a cerchio con decorazione a sbalzo è realizzata con motivi zoomorfi a fantasia Marwari, etnia che abita la regione del Marwar – Rajasthan.

    Essendo vuoti all’interno, pregiati come lavorazione data la difficoltà nel realizzarli, sono leggeri da indossare.

    Peso 3,20 gr cadauno

  • Orecchini Etnici da Bukhara

    90,00 
    AYE652

    Orecchini in argento e smalti (in parte consunti poichè vecchi), con boules di paste vitree, tipici delle lavorazioni sviluppatesi a Bukhara.
    Gli uccelli stilizzati sono un residuo dei motivi preislamici sasanidi. In generale, in tutta l’asia centrale, gli orecchini con queste simbologie emanano femminilità e raffinatezza.

    Leggeri da indossare, peso 7,4 gr cadauno

  • Gioielli Etnici – Monile Pendente

    180,00 
    AYP732

    Bellissimo Pendente in argento con parti dorate a caldovermeil‘e decorazioni a spirale riportate sulla bordura.
    Al centro trova sede una bella pietra ovale di agata gialla incisa con iscrizioni talismaniche in arabo.

    La montatura a cassetta dello spessore di 5 mm permette di vedere anche il retro della pietra, anch’essa incisa.

  • Gioielli Etnici Argento – Vecchio Bracciale Berbero

    360,00 
    AFB108

    Vecchio Bracciale in argento massiccio inciso – titolo 700/800 – realizzato con la tecnica della fusione a sabbia.

    Questo tipo di bracciali o cavigliere con cuspidi erano un tempo armi da difesa, caratteristici delle donne Ait Atta, Berbere nomadi del Medio/Alto Atlante.

    Oggetto anche da collezione

    Diametro esterno bracciale 7,8 cm

  • Gioielli Etnici | Cintura Bukhara, Uzbekistan

    980,00 
    BLTY02

    Vecchia Cintura degli anni 30/40 (1930) proveniente dalla leggendaria città di Bukhara, in Uzbekistan.

    Realizzata interamente in argento – grazie al suo scitillio si dice ricordi l’acqua e il fuoco, credenze derivate da uno sciamanesimo ancestrale – è arricchita da lavorazioni a sbalzo impreziosite da conterie in turchese, ambra e corallo.

    Le cinture erano spesso accessori prettamente maschili poichè corredavano le tuniche degli uomiini e le decorazioni lavorate in argento permettevano di poter agganciare, a seconda della personale ricchezza, il pugnale, scatoline contenitori sempre in argento finemente cesellato o semplici astucci di cuoio. Quelle provenienti dall’Uzbekistan, ed in particolare dalla regione di Bukhara, erano le più ricche e ricercate, amate anche dagli antichi Khan, i capi nomadi.

    Oggetto da collezione

    La fibbia misura H 5,5 x 11 cm

  • Gioielli Etnici | Vecchi Orecchini dalla Valle di Swat

    750,00 
    AYE650

    Vecchi Orecchini degli anni 30/40 (1930) provenienti dalla valle di Swat, ove vi scorre il fiume omonimo, nella provincia Pakistana del Khyber Pakhtunkhwa, con capitale Peshawar.

    Questi Orecchini ‘ornamento’ chiamati anche Muchley, importanti nelle dimensioni e pregiati per lavorazione e materiale – sicuramente appartenuti a ragazza/donna di elevato lignaggio – sono realizzati in argento quasi completamente dorato vermeil (utilizzavano solitamente oro 10k per questa tecnica), arricchiti da elementi in pasta vitrea e decoro centrale che disegna un sole, probabile reminiscenza degli antichi culti preislamici o risultato della vicina India.

    Uno dei due manca della rifinitura sottostante, eventualmente realizzabile in laboratorio orafo.

    Oggetto da collezione

    Pesano 130 gr cadauno

  • Orecchini tipici Nepalesi o Tibetani a forma di Gao

    44,50 
    AYE649

    Graziosissimi e autentici Orecchini tipici a forma di Gao o Ga’u, in argento con tessere di lapislazzuli incassate a mosaico e piccolo corallo nel mezzo.

  • Gioielli Etnici – Collana in Cotone Giapponese

    20,00 
    AYC277

    Collana in tipico tessuto di cotone giapponese, realizzata tubolare ed imbottita, dalla fantasia floreale sugli accattivanti, tanti e ben amalgamati colori del blu avio, rosso, viola, verde, oro, crema e bianco.
    La lunghezza permette anche di indossarla a più giri come bracciale ; molto curati i dettagli della chiusura con il bottone a nodino creato con lo stesso tessuto.

  • Gioielli Etnici dal Messico – Anello con Teschio

    190,00 
    AXR84

    Importante Anello in argento massiccio sagomato, inciso ed intagliato con forma a teschio.

    Per saperne di più sulla simbologia del teschio

  • Bracciale Turkmenistan – Kazakh Tie – Gioielli Etnici

    90,00 
    AYB415

    Originale e colorato Bracciale in perline di vetro realizzato su base a fascia in tessuto, chiudibile con un bottone.

    Tradizionale dell’Asia centrale riprende il modello della ‘cravatta Kazaka’, usata come collana a cui sono aggiunti pendenti in argento o pietre.

  • Gioiello in Lapislazzuli dall’Afghanistan

    55,00 
    AYP728

    Pesciolino scolpito in bellissimo lapislazzuli naturale.

    E’ inciso con forma tridimensionale e finito con semplice gancetto in argento.

  • Gioiello in Lapislazzuli dall’Afghanistan

    55,00 
    AYP727

    Pesciolino scolpito in bellissimo lapislazzuli naturale.

    E’ inciso con forma tridimensionale e finito con semplice gancetto in argento.

  • Gioielli Etnici Tibetani

    95,00 
    AYP726

    Gao o Ga’u, scatola sacra, utilizzata dai Buddisti anche per conservare formule mistiche o magiche, i mantra, le preghiere.
    Rivestito di tessere di turchese ed impreziosito da coralli rossi, è apribile sul retro.

  • Gioielli Etnici Tibetani

    95,00 
    AYP724

    Gao o Ga’u, scatoletta sacra apribile sul retro, utilizzata dai Buddisti anche per conservare formule mistiche o magiche, i mantra, le preghiere.
    Di forma triangolare – andrebbe indossato con la punta verso il basso – è rivestito di tessere di lapislazzuli e corallo nella parte centrale, e presenta anche dei piccoli turchesi di abbellimento.

  • Gioielli Etnici – Anello

    75,00 
    AYR870

    Originale Anello di provenienza afghana, in argento inciso con motivo vagamente floreale, forma allungata con incassato nel castone un luminoso vetro cabochon colore rosso ‘sangue di piccione’.

  • Gioielli Etnici – Anello

    70,00 
    AYR871

    Anello tipico di artigianato orafo Afghano, montatura in argento con leggero motivo decorativo a segno continuo che avvolge il castone in pietra corniola: gli ossidi di ferro presenti in questa pietra le conferiscono tipiche tonalita dall’arancio al rosso.

  • Anello arcaico oroscopo Peruviano Moche

    135,00 
    AXR83

    Anello in argento 950 con spiney oyster incassate a mosaico e nelle varianti di colore viola, rosso, arancio, con motivo del pesce che rappresenta il mese di Giugno nell’arcaico oroscopo Moche, o Mochica, dell’antico Perù.

    -Il pesce- in origine, si pensava, che le persone nate in questo mese fossero avventurose e alla costante ricerca di nuove esperienze.

    L’anello sopra ha un diametro di 1,7 cm, mentre il gambo è aperto sotto il disco e leggermente adattabile al dito.

  • Gioielli Etnici – Orecchini arcaico Oroscopo Moche

    145,00 
    AXE91

    Orecchini in argento 950 con pietre semipreziose tagliate ed incastonate manualmente utilizzando la tecnica del mosaico, madreperla – sodalite blu e crisocolla, conosciuta anche come turchese peruviano.
    Il disegno rappresentato, chiamato anche ‘Nido’, rappresenta il mese di Ottobre nell’arcaico oroscopo Moche, o Mochica, dell’antico Perù.

  • Gioielli Etnici – Anello arcaico Oroscopo Moche

    135,00 
    AXR82

    Anello in argento 950 con pietre semipreziose tagliate ed incastonate manualmente utilizzando la tecnica del mosaico, madreperla – sodalite blu e crisocolla, conosciuta anche come turchese peruviano.

    Il disegno raffigurato riproduce un uccello con il suo nido (per questo viene chiamato ‘Nido’) e rappresenta il mese di Ottobre nell’arcaico oroscopo Moche o Mochica, dell’antico Perù.

    In origine, si pensava che le persone nate in questo mese fossero creative e vivaci, esseri dallo spirito libero.

    L’anello sopra ha un diametro di 1,7 cm, mentre il gambo essendo aperto sotto il disco permette di essere leggermente adattabile al dito.

  • Gioielli Tibetani e Gioielli Buddhisti

    2.800,00 
    AYP721

    Straordinario Gao o Ga’u Tibetano in Argento di dimensioni importanti e dalla lavorazione estremamente ricercata, resa ancor più preziosa dal soggetto e dall’uso delle pietre, completamente lavorate a mano sia nell’intaglio che nell’incastonatura, e per questo anche oggetto da collezione.

    Il Ga’u, scatola sacra o reliquiario, è tipico dell’artigianato nepalese e tibetano, e può variare nelle forme, dimensioni ed uso dei materiali. In questo caso le tre caratteristiche sono state concentrate per creare un oggetto unico.

    All’esterno, sulla parte superiore, si trova Mahakala in Lapislazzuli e Corallo Rosso, abbellito da collane, accessori vari e drappi in Vermeil dipinti anche in Oro puro, che poggia su una base con Rubini e Smeraldi.

    Mahakala, il Grande Nero, divinità guardiana del dharma e corrispondente a Shiva per gli Induisti, in Tibetano chiamato Nagpo Chenpo o Gonpo, ‘Signore, Protettore’.
    All’interno si trova VajraYogini in una delle sue forme, in Turchese e Corallo Rosso, con nella mano destra un Dorje, il tutto sempre abbellito da Smeraldi e Rubini con dettagli in Vermeil e dipinti in Oro puro.
    VajraYogini è la regina delle Dakini (divinità femminili), conosciute come Donne-che-Camminano-nel-Cielo del Buddhismo Vajrayana. I Buddhisti tibetani meditano su di lei come un’icona di energia spontanea o di coscienza illuminata, l’aspetto femminile di un Budda completamente illuminato, fiero, selvaggio ed energico.

    Il fianco del Ga’u è completamente ricoperto di tessere in Turchese che creano un effetto trapuntato e donano eleganza e delicatezza.

    Sul retro della scatola e all’interno del coperchio si stagliano un Kalachakra con la parola sacra ‘Ohm’ in Vermeil ed un doppio Dorje mentre gli attacchi superiore ed inferiore sono in Vermeil decorati da Tormaline ovali di colore verde, giallo e rosa.

  • Gioielli Nepalesi – Gioielli etnici in Argento

    440,00 
    AYP722

    Raffinato e prezioso Pendente Gao o Ga’u in argento interamente rivestito di coralli rossi sia lungo il bordo laterale che sulla superficie attorno al Ganesh intagliato nella conchiglia bianca.

    Ganesh, Signore della vita in tutte le sue forme positive e negative, ma anche divinità delle arti, delle scienze dell’intelletto e della saggezza.

    La struttura del gioiello a scatola si apre sul retro – dove vi è applicato a sbalzo un dorje con corallo – e rivela un piccolo contenitore in origine utilizzato come porta preghiere o mantra Buddisti.

  • Gioielli Etnici Argento | Bracciale con influssi Arte Orafa del Kerala

    190,00 
    AYB404

    Caratteristico Bracciale a sezione stondata – 0,8 cm x 0,8 – con influssi tipici dell’arte orafa del Kerala, stato dell’India meridionale.
    Questo tipo di modello è frequente anche in altri stati, grazie agli scambi tra etnie dovuti al nomadismo.

    La particolarità della decorazione, a punzone sulla parte interna ed ai lati, a traforo sulla faccia superiore, ben si accompagna al modello a cerchio chiuso ma apribile e facilmente indossabile sfalsando le due estremità.

    Un piccolo perno blocca e fa da sicurezza.

  • Gioielli etnici – Pendente Gao o Ga’u Tibetano

    95,00 
    AYP719

    Pendente Ga’u apribile in argento, finemente decorato ed impreziosito a sbalzo con la Conchiglia in turchese, uno degli otto simboli Buddisti di buon auspicio.

    LA CONCHIGLIA – SANKHA
    Antico oggetto rituale di origine indiana, la conchiglia bianca è generalmente espressa con la spirale che si evolve verso destra e termina a punta.

    Simbolo della Divinità nella sua forma femminile, di regalità e superiorità, è rappresentazione del profondo, e vittorioso suono che diffonde l’insegnamento del Dharma, raggiungendo e trasmettendosi alle diverse nature, passioni e aspirazioni spirituali, risvegliando dal baratro dell’ignoranza e della sofferenza ogni essere per poter conseguire ed ottenere la liberazione.

  • Gioielli etnici – Pendente Gao o Ga’u Tibetano

    95,00 
    AYP718

    Pendente Ga’u apribile in argento, finemente decorato ed impreziosito a sbalzo con il Parasole in corallo rosso, uno degli otto simboli Buddisti di buon auspicio.

    IL PARASOLE – CHHATRA
    Il Parasole è simbolo della Dignità Regale
    , di chi detiene il potere spirituale: nell’iconografia tibetana è presente in diverse varianti, più o meno elaborato e colorato e sempre sorretto da una solida struttura in legno. Esprime la perfetta energia del Dharma nel proteggere tutti gli esseri che seguono la Dottrina da ogni ostacolo e forza avversa, dalla malattia e dall’ignoranza, dalla pena e dalla rinascita in regni inferiori, affinchè possano giungere alla completa estinzione della sofferenza.

  • Gioielli Etnici – Anello Navajo con simbolo Kokopelli

    160,00 
    ANAR127

    Bellissimo Anello Navajo in argento.
    Ai lati del gambo sono incise due Kokopelli, figura rispettata da tutte le tribù del Sud-Ovest, mentre il castone è con un turchese naturale verde – 1,7 x 1,2 cm -.

    Per saperne di più sul Kokopelli

  • Gioielli Etnici Marocco – Pendente Berbero con spirale

    130,00 
    WM09

    Pendente Berbero con simbolo della spirale, significato di infinito e di eternità.
    La base è in argento con tipico smalto blu ad evidenziare la spirale.

  • Gioielli etnici – Bracciale in argento e agata

    60,00 
    AYB309

    Grazioso ed originale braccialetto realizzato con tagli ovalizzati di agata bianca, intervallati a sfere di argento.

    La chiusura e la catenella di 3 cm che permette di aggiustare allungando il diametro del bracciale sono sempre in argento.

  • Gioielli etnici, Pendente con raffigurazione di divinità buddista

    70,00 
    AYP356A

    Pendente in argento e legno fossile con raffigurazione di divinità.

    Molti sono gli dei che popolano il Pantheon Buddista, e gli artigiani offrono, riproducendone le fattezze, la loro preghiera ed il loro lavoro insieme a quello dei fedeli che poi indosseranno tali immagini in segno di devozione e per ottenerne la protezione.

  • Cina | Etnie Dong-Miao | Anello con spirali

    100,00 
    AYR597

    Decorativo Anello di tradizione Dong e Miao, minoranze etniche Cinesi stanziate nella provincia di Guizhou, regione di Zhaoxing situata nel sud-ovest della Cina, realizzato artigianalmente in argento sagomato a doppia voluta.

    Motivo caratteristico in tutta l’area del Triangolo d’Oro, la spirale simboleggia l’eterno ciclo della vita, continuo flusso senza principio né fine.

    Lunghezza 4,2 cm
    Diametro spirali 2 cm – 1,6 cm

  • Gioielli etnici, Gioielli dal mondo – Orecchini

    65,00 
    AYE643

    Graziosi orecchini a lobo con clips, forma sagomata a fiore, base e dettagli in argento, petali e boule nel mezzo di conchiglia bianca

  • Gioielli etnici, gioielli dal mondo – Braccialetto

    50,00 
    AYB400

    Simpatico braccialetto elastico – leggermente adattabile al polso – realizzato con cinque tagli di agata bianca, intervallati da sfere in argento925.

  • Gioielli etnici | Pendente Afghano con sigillo in corniola

    160,00 
    AYP717

    Pendente orientale di artigianato Afghano.

    La montatura rotonda è in Argento trattato a Vermeil – la doratura a caldo – resa originale poichè aperta con castone e dettagli in argento bianco.

    Al centro  una piastra in Corniola – diametro 2,1 cm – completamente incisa con iscrizioni, sicuramente un sigillo recuperato da un altro monile e qui inserito.

    Le parole scritte sono sempre riferite a frasi protettive, formule, mantra e preghiere, di buon auspicio.

  • Collana gioiello con pietre semipreziose naturali

    430,00 
    AXC59

    Stupenda Collana fatta a mano e realizzata da abilissimo artigiano-designer utilizzando materiali di qualità eccelsa, e salvo eccezioni sempre di provenienza sudamericana.
    Il gruppo centrale (al quale si riferiscono le misure indicate nella scheda) è composto da una ossidiana cangiante alla quale è agganciato il filo di nylon brasiliano incerato che con un ricercato lavoro manuale di intrecciatura e tramatura crea un disegno a pettorale tipicamente sudamericano e variopinto sulle tonalità del marrone, verde, blu, nero e arancio, con agganciati tre pendenti in spiney oyster lucidata.

    I dettagli sono piccoli cilindri di spiney oyster, riproposti anche alle due estremità, le quali incrociandosi e scorrendo tra di loro, permettono la regolazione a misura.

  • Anello in argento sagomato a cobra

    48,50 
    AMR127

    Anello in argento sagomato, intagliato ed inciso completamente a forma di cobra.

  • Collana simbolica tibetana in conchiglia

    150,00 
    AYC261

    Vecchia Collana di artigianato tradizionale in conchiglia lavorata a mano e composta da elementi di forme e dimensioni differenti. Nel centro un pendente ricavato da una sezione sempre di conchiglia rafforza il suo significato simbolico.

    La conchiglia – Sankha – è uno degli Otto Simboli di Buon Auspicio del Buddismo Tibetano.

    Antico oggetto rituale di origine Indiana, la conchiglia bianca è generalmente espressa con la spirale che si evolve verso destra e termina a punta. Simbolo della Divinità nella sua forma femminile, di regalità e superiorità, è rappresentazione del profondo, e vittorioso suono che diffonde l’insegnamento del Dharma, raggiungendo e trasmettendosi alle diverse nature, passioni e aspirazioni spirituali, risvegliando dal baratro dell’ignoranza e della sofferenza ogni essere per poter conseguire ed ottenere la liberazione.

    Sankha è il termine sanscrito per definirla ed è un oggetto che ritroviamo anche nella tradizione Induista. Simbolo associato a VIshnù, il suo suono acuto e prolungato è un segno per diffondere e rivelare la gloria dei santi. Anticamente, in India veniva utilizzata come tromba durante le battaglie.

    Questo tipo di conchiglia, la Turbinella Pyrum chiamata comunemente Xancus, viene pescata nell’oceano Indiano.

    Misure pendente alt. 8 cm X largh. 4,5 X prof. 1,8

  • Collana etnica con vecchi elementi in argento-vetro-ambra-conchiglia

    700,00 
    AFC145

    Singolare Collana realizzata con ricercati vecchi elementi di differenti provenienze. Abbinate alle verdi paste vitree troviamo raffinate boules in argento; sia lisce sia decorate a niello, le prime yemenite le altre berbere. La bianca conchiglia fossile con la pregiata, importante ambra dorata donano all’insieme un fascino antico che solo pochi gioielli riescono a trasmettere. Nel centro, un importante pezzo in ambra trasparente valorizza e completa il modello.

    La collana termina con una semplice chiusura a ‘esse’, pratica ed essenziale.

    Dimensione boules argento Ø 2 cm ~
    Dimensione ambra centrale alt. 6,5 cm x 2,5 cm x prof. 3 cm

  • Nepal | Anello a sella chiamato Tsechock

    113,00 
    AYR837

    Anello a sella, caratteristico nell’artigianato Nepalese e Tibetano.
    E’ in argento e corallo rosso.
    Tutti gli anelli con questa forma si chiamano Tsechock e si indossano al dito medio, considerato come uno dei nove cancelli attraverso i quali esce la forza vitale e possono entrare gli spiriti maligni. Indossandolo su questo dito, il cancello viene chiuso.

    Ai lati del castone – 1,5 x 1 cm – sono applicati due Chhepu.

    Essere mitologico e Divinità Buddista custode e guardiana della valle di Katmandù, Chhepu è considerata una creatura molto coraggiosa e per questo la sua immagine è esposta al di sopra dell’ingresso di templi e santuari; si ritiene sia una protezione da tutti i pericoli, dagli spiriti e dalle anime malvagie, che terrorizzi i nemici e difenda dai ‘Naga’, i serpenti di cui si ciba.

  • Anello del mese di Ottobre nell’arcaico oroscopo Moche

    135,00 
    AXR72

    Anello in argento 950 con mosaico di pietre semipreziose quali la sodalite, spiney oyster in varie gradazioni e onice.
    Il disegno raffigurato riproduce un uccello con il suo nido (per questo viene chiamato ‘Nido’) e rappresenta il mese di Ottobre nell’arcaico oroscopo Moche o Mochica, dell’antico Perù.

    In origine, si pensava che le persone nate in questo mese fossero creative e vivaci, esseri dallo spirito libero.

    L’anello sopra ha un diametro di 1,7 cm, mentre il gambo essendo aperto sotto il disco permette di essere leggermente adattabile al dito.

  • Pendente del mese di Ottobre nell’arcaico oroscopo Moche

    125,00 
    AXP112

    Pendente in argento 950 con mosaico di pietre semipreziose quali la sodalite, spiney oyster in varie gradazioni e onice. Il disegno raffigurato riproduce un uccello con il suo nido (per questo viene chiamato ‘Nido’) e rappresenta il mese di Ottobre nell’arcaico oroscopo Moche o Mochica, dell’antico Perù.

    In origine, si pensava che le persone nate in questo mese fossero creative e vivaci, esseri dallo spirito libero.

  • Orecchini del mese di Ottobre nell’arcaico oroscopo Moche

    140,00 
    AXE76

    Orecchini in argento 950 con mosaico di pietre semipreziose quali la sodalite, spiney oyster in varie gradazioni e onice. Il disegno raffigurato riproduce un uccello con il suo nido (per questo viene chiamato ‘Nido’) e rappresenta il mese di Ottobre nell’arcaico oroscopo Moche o Mochica, dell’antico Perù.

    In origine, si pensava che le persone nate in questo mese fossero creative e vivaci, esseri dallo spirito libero.

  • Vecchia Collana di turchese Tibetano

    1.480,00 
    AYC250

    Straordinaria vecchia Collana formata da sassi in turchese naturale dove le venature ed imperfezioni caratteristiche sono motivo di pregio perchè ne esaltano l’autenticità.
    Il turchese, pietra sacra tipica dei gioielli tibetani, è considerato protettivo e terapeutico nelle culture himalayane.

    Le misure degli elementi variano dai più piccoli – cm 1,3 x 1,2 x 0,6 – al centrale più grande – cm 3 x 2 x 1,2 -.
    Interessante la chiusura ad asola, realizzata con un vecchio corallo rosso montato come bottone.

  • Vecchio Bracciale Pakistano, modello Pashtun

    420,00 
    AYB374

    Vecchio Bracciale in argento, conosciuto come un modello nella tradizione Pashtun.
    Ne possono esistere di diversi tipi, con particolari che variano a seconda della provenienza. Le decorazioni leggermente a sbalzo e punzone abbelliscono il metallo, e la parte terminale spesso rappresenta due teste di leone, tramandate dall’artigianato sciita e sicuramente appannaggio dei capi in tempi remoti. Con il passare degli anni, le teste si sono prima trasformate in draghi e poi, sempre più stilizzate (come in questo modello), sono diventate disegni decorativi estremamente minuziosi e complessi.

    Possiamo allargarlo in laboratorio orafo, in modo sia indossabile anche per polsi di misura maggiore.

  • Testa di Drago in argento con turchese

    79,50 
    AYP697

    Testa di drago in Argento cesellato, con Turchese incastonato nella bocca.
    Gli occhi sono dorati finitura vermeil.

    Simbologia e Mitologia del Drago

  • Gioiello Berbero con Smalti cloisonnèe e Coralli

    230,00 
    AFP75

    Pendente Berbero in argento impreziosito con la tecnica dello smalto cloisonnèe.
    Tale tecnica è tipica di tutto l’artigianato del Maghreb ed aquisita dagli artigiani ebrei residenti da tempo in questi luoghi.
    Essi decorano i gioielli con i colori tradizionali verde, blu e giallo, utillizzando forme semplici e pulite che rappresentano nella loro essenza il paesaggio serio ed austero che li circonda.

    Questo gioiello è arricchito da sei boules di corallo rosso, presenta un disegno a stella con tonalità di nero in contrasto con il blu (colori contro il malocchio) ed una borchia centrale, simbolo di protezione.

  • Anelli etnici in argento

    220,00 
    AYR804

    Vecchio Anello di artigianato orafo tradizionale Uzbeko, decorato con maestria sia sul castone sia sul gambo, in argento brunito con turchesi, granati e cornalina. Molto interessante è quest’ultima per la forma a mandorla, taglio molto più raro rispetto al più classico cabochon.

    Dimensioni piatto anello 4 cm x 2
    Profondità fascetta dito 1,2 cm

  • Nepal | Orecchini argento e turchese

    70,00 
    AYE607

    Tipico esempio di artigianato orafo Nepalese, dove le tessere di turchese sono incastonate con la tecnica del mosaico su una base di argento poi dorato.

  • Pendente con effige di Alessandro Magno

    126,00  -40%
    AYP679

    Pendente gioiello in argento intagliato con ovale di pietra agata striata con incisa effige di Alessandro Magno.

    Alessandro Magno, re di Macedonia, mitico sovrano che durante dodici dei suoi vent’anni di regno conquistò dall’Impero Persiano all’Asia Minore, spingendosi sino all’Egitto ed oltre, Pakistan, Afghanistan ed India fino ad arrivare ai limiti della Cina, fu molto amato e rispettato da queste genti, ed a lui vennero dedicati ogni genere di omaggi e riconoscimenti

  • Gioielli etnici – Bracciale dell’Afghanistan

    500,00 
    AYB358

    Raffinato ed introvabile vecchio Bracciale in argento, tipico dell’artigianato del nord dell’Afghanistan.

    Solitamente indossati in coppia (è disponibile anche un secondo bracciale da abbinare, . .. ora non più), potevano però essere di numero maggiore ad indicare lo stato sociale del proprietario. I motivi incisi derivano dal regno vegetale ed animale, come in questo caso, dove i pesci – soggetto più raro a trovarsi – simboleggiano l’abbondanza.

    Alle estremità, ‘gli artigli’ rappresentano teste di serpente stilizzate.

  • Collier di stile etnico-coloniale

    24,00 
    AYC232

    Collier girocollo di grande effetto composto da diciotto fili rigidi decrescenti in ottone lucido dalla calda tonalità dorata, leggermente modificabile nella misura adattandolo alla propria dimensione di collo.

    Il metallo è privo di nichel e piombo e anallergico.

  • Originale Collana del Mali con perle di Vetro colorate

    300,00 
    AFC126

    Collana in perle di vetro e conchiglie montate a collare con particolare ed elaborato lavoro di infilatura.
    Nella tradizione della popolazioni nomadi e seminomadi le parure, ed in particolare le collane, erano di grande importanza. La comparsa delle perle di vetro, di provenienza europea, ha modificato l’aspetto di questi gioielli, senza incidere sul loro utilizzo. Le perle furono apprezzate per i loro colori cangianti e la leggerezza. Solitamente venivano indossate durante i riti di passaggio tra le diverse classi d’età, durante i matrimoni e le cerimonie.